Il portale dei tifosi per i tifosi


Ciro: “Dicette ‘o pappice vicino ‘a noce, damme ‘o tiempo ca te spertose”

CALCIO

ciro

Calma e gesso mister, per una volta prendi spunto dal tuo predecessore e affrontala “Sin prisa, pero sin pausa”.
A Torino sarà guerra di nervi e da questo punto di vista partiamo nettamente dietro, contro un avversario abituato a gestire questo tipo di pressione ed accompagnato dalla spinta del proprio pubblico.
Lascia perdere le intenzioni belliche di chi vorrebbe un Napoli subito spregiudicato e super-offensivo, con le quattro punte più Hamsik davanti alla difesa.
Questa partita va vinta con il possesso palla, magari anche sterile, purché la palla sia sempre nostra, almeno nel primo tempo.
La Juve probabilmente partirà come all’andata, decisa a sfruttare la spinta del pubblico per mettere subito pressione e trovare con veemenza il gol che può valere lo scudetto. Sarà mezz’ora di fuoco, superata la quale comincerò veramente a crederci.
Il pareggio di Crotone può pesare nella loro mente, un primo tempo a reti inviolate ed un possesso palla per farli correre tanto potrebbero minare le loro certezze.
Se arriviamo al 65’-70’ in parità, ci giochiamo il match-point con tutte le bocche di fuoco. A quel punto la giocheremo senza nulla da perdere, andando a sovvertire la situazione psicologica, mettendoli in condizione di non poter attaccare liberamente e rischiare la ripartenza. Perché se segni subito è probabile che la recuperino, ma se lo fai dopo il 70’ rischiano l’implosione! Ed un Benatia in un periodo di nervosismo, messo sotto pressione, ti può regalare qualcosa di importante.....
Di sicuro partiremo sfavoriti, per vincere a Torino ci vorrà un’impresa e loro sono oggettivamente più forti.
Ma con la giusta concentrazione ed un pizzico di fortuna si può fare!



Articoli recenti